TENDINOPATIA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI

Il tennis e il padel sono due sport estremamente popolari e coinvolgenti, praticati da milioni di persone in tutto il mondo.

Il tennis e il padel sono due sport estremamente popolari e coinvolgenti, praticati da milioni di persone in tutto il mondo. Tuttavia, insieme a tutta la gioia e l’entusiasmo che questi sport portano, ci sono anche alcune sfide fisiche che i giocatori devono affrontare. Una di queste sfide comuni è la tendinopatia della cuffia dei rotatori. In questo articolo, esamineremo cos’è la tendinopatia della cuffia dei rotatori, le sue cause e perché è così frequente nei tennisti e nei giocatori di padel.

globalfisio-tendinopatia-della-cuffia-dei-rotatori

Cos’è la Tendinopatia della Cuffia dei Rotatori?

Con “cuffia dei rotatori” si intende un insieme di muscoli e tendini della spalla che consentono di effettuare la quasi totalità dei movimenti dell’articolazione. La spalla, infatti, è un’articolazione particolarmente instabile, in cui la componente tendinea riveste particolare importanza. A causa di questa instabilità, è possibile che i tendini dell’articolazione possano andare incontro a sovraccarico, infiammazione, lesioni o formazioni calcifiche: tutte condizioni che conducono a sviluppare quelle che chiamiamo tendinopatie della cuffia dei rotatori, fastidiosi disturbi che provocano sintomi dolorosi e limitazioni alla funzionalità dell’articolazione.

 

Quali sono le cause?

Cause della Tendinopatia della Cuffia dei Rotatori nei Tennisti e nei Giocatori di Padel

La tendinopatia della cuffia dei rotatori può derivare da diverse cause, ma in tennisti e giocatori di padel, alcune di esse sono particolarmente comuni:

  1. Movimenti Ripetitivi: Il tennis e il padel richiedono una serie di movimenti ripetitivi del braccio, inclusi servizi, colpi e volèe. Questi movimenti costanti possono mettere una tensione significativa sulla cuffia dei rotatori, aumentando il rischio di lesioni.
  2. Sovraccarico: Il sovraccarico della spalla è comune in entrambi gli sport a causa delle forze generate durante i colpi potenti. Questo sovraccarico può portare a microtraumi ripetuti nei tendini della cuffia dei rotatori, che con il tempo possono accumularsi e portare a una tendinopatia.
  3. Mancanza di Recupero Adeguato: I tennisti e i giocatori di padel impegnati spesso trascurano il tempo di recupero necessario tra le sessioni di allenamento o le partite. Il recupero è fondamentale per consentire ai tendini di ripararsi e rigenerarsi, e la mancanza di tempo di recupero può aumentare il rischio di tendinopatia.
  4. Età e Usura: Con l’invecchiamento, i tendini diventano naturalmente meno flessibili e più suscettibili alle lesioni. Questo è un fattore importante nei giocatori più anziani.

 

Prevenzione Tendinopatia cuffia dei rotatori

Prevenire la tendinopatia della cuffia dei rotatori nei tennisti e nei giocatori di padel è fondamentale per mantenere una carriera sportiva sana. Ecco alcune misure preventive:

  • Riscaldamento Adeguato: Prima di iniziare qualsiasi partita o allenamento, è essenziale eseguire un riscaldamento adeguato per preparare i muscoli e i tendini alla sollecitazione.
  • Esercizi di Rafforzamento: Integrare esercizi di rafforzamento specifici per la cuffia dei rotatori nel programma di allenamento può migliorare la stabilità della spalla e ridurre il rischio di lesioni.

 

  • Riposo e Recupero: Assicurarsi di avere un adeguato tempo di recupero tra le sessioni di gioco o allenamento. Se si verificano sintomi di tendinopatia, è importante consultare un medico e concedere al tendine il tempo di guarire.
  • Tecnica Corretta: Imparare e utilizzare una tecnica corretta nei colpi è essenziale per ridurre il rischio di lesioni

 

Trattamento della Tendinopatia della Cuffia dei Rotatori nei Tennisti e nei Giocatori di Padel

Il trattamento della tendinopatia della cuffia dei rotatori è un passo cruciale per consentire ai tennisti e ai giocatori di padel di recuperare e tornare al campo da gioco. Oltre alle opzioni di trattamento menzionate in precedenza, ci sono alcune altre approcci che possono essere altamente efficaci, tra cui la manipolazione fasciale con il metodo Stecco e gli esercizi di rinforzo e allungamento dell’articolazione.

 

  1. Manipolazione Fasciale Metodo Stecco:

La manipolazione fasciale con il metodo Stecco è una terapia manuale che si concentra sulla manipolazione e sul rilascio dei tessuti molli circostanti l’area affetta. Questo metodo è spesso utilizzato per migliorare la circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico, riducendo così il dolore e il gonfiore associati alla tendinopatia della cuffia dei rotatori. La manipolazione fasciale può anche aiutare a rompere aderenze o tensioni nei tessuti circostanti, consentendo una migliore mobilità dell’articolazione.

 

  1. Esercizi di Rinforzo:

Gli esercizi di rinforzo sono fondamentali per il trattamento e il recupero dalla tendinopatia della cuffia dei rotatori. Questi esercizi mirano a rafforzare i muscoli della spalla e della cuffia dei rotatori stessa, migliorando così la stabilità dell’articolazione e riducendo lo stress sui tendini. Ecco alcuni esempi di esercizi di rinforzo:

Elevazioni laterali con pesi leggeri: Tenendo un peso leggero in ciascuna mano, sollevare lentamente le braccia lateralmente fino a spalle alte, quindi abbassarle.

Esercizi con bande elastiche: Utilizzare bande elastiche per eseguire esercizi di trazione e resistenza in diverse direzioni, rinforzando così la cuffia dei rotatori da angolazioni diverse.

Rotazioni esterne: Tenere un bastone o una pertica con un’estremità in mano, piegare il braccio a 90 gradi e ruotare lentamente l’altro braccio verso l’esterno.

 

  1. Esercizi di Allungamento dell’Articolazione:

Gli esercizi di allungamento dell’articolazione sono altrettanto importanti per mantenere la flessibilità e la mobilità della spalla. Tuttavia, è essenziale eseguire questi esercizi con molta attenzione per evitare di peggiorare la lesione. Alcuni esempi di esercizi di allungamento includono:

Allungamento della spalla dietro la schiena: Portare il braccio colpito dietro la schiena e utilizzare l’altro braccio per applicare una leggera pressione verso il basso, sentendo un leggero allungamento.

Allungamento del braccio sopra la testa: Sollevare lentamente il braccio sopra la testa, mantenendo il gomito flesso, e applicare una leggera pressione sulla parte superiore del gomito.

Allungamento del muscolo pettorale: Posizionarsi davanti a una parete o a un’apertura, come una porta, e piegare il braccio a 90 gradi, quindi girare leggermente il corpo dalla parte opposta per sentire l’allungamento.

Inoltre, il trattamento può anche includere terapie fisiche, farmaci anti-infiammatori o iniezioni di corticosteroidi per ridurre il dolore e l’infiammazione. Nelle situazioni più gravi o quando altri trattamenti non hanno successo, la chirurgia potrebbe essere necessaria per riparare i tendini danneggiati.

In conclusione, il trattamento della tendinopatia della cuffia dei rotatori nei tennisti e nei giocatori di padel richiede un approccio completo che combini terapie fisiche, esercizi di rinforzo, esercizi di allungamento e, in alcuni casi, terapie manuali come la manipolazione fasciale Metodo Stecco. Con il giusto trattamento e la dedizione al recupero, i giocatori possono tornare al campo da gioco con una spalla forte e sana.

 

Il Dott. Fabrizio Valleriani riceve su appuntamento.

Per fissare una prima visita gratuita chiama il numero 328.35.38.810

× Scrivici ora!