STRAPPO CUFFIA ROTATORI

Lo sapevate che la lesione della cuffia dei rotatori a spessore parziale da solo non causa dolore alla spalla o debolezza???

Cuffia dei rotatori: anatomia

La Cuffia dei rotatori è il termine usato in anatomia per indicare il complesso muscolo-tendineo della spalla che forma un importante mezzo di fissità e di stabilizzazione dell’articolazione scapolo-omerale. Il nome deriva dal fatto che i tendini di questo complesso proteggono l’intera articolazione formando una vera e propria cuffia che avvolge la testa dell’omero. La cuffia dei rotatori è costituita da quattro muscoli e dai rispettivi tendini.

Superiormente si trova il tendine del muscolo sovraspinato, anteriormente il tendine del muscolo sottoscapolare e posteriormente i tendini dei muscoli sottospinato o infraspinato e piccolo rotondo.

  • Sovraspinato-sovraspinoso: abduce e ruota all’esterno (extraruota) il braccio, in sinergia con l’azione del deltoide, vincola l’omero alla scapola, mette in tensione la capsula articolare.
  • Sottospinato-infraspinato: ruota esternamente il braccio e rinforza la capsula dell’articolazione scapolo omerale, stabilizzandola. Ha anche un’azione di estensore e estensore in orizzontale del braccio.
  • Sottoscapolare: oltre alla funzione stabilizzatrice, il muscolo sottoscapolare serve a compiere movimenti di intrarotazione ed adduzione dell’omero.
  • Piccolo rotondo: la sua contrazione (insieme a quella del sottospinato) determina la rotazione esterna dell’omero. Ha anche una funzione di estensore orizzontale del braccio.

Con una lesione parziale della cuffia dei rotatori dobbiamo preoccuparci??

In uno studio effettuato su 87 giocatori di baseball universitari (età, 19,5 ± 0,8 anni; carriera nel baseball, 11,5 ± 1,6 anni). Tutti i dati sono stati ottenuti durante un controllo medico annuale a piena partecipazione in 1 squadra. I tendini della cuffia dei rotatori sono stati esaminati ecograficamente e assegnati a 4 gruppi: (1) nessuna lacerazione, (2) lacerazione del tendine sovraspinato, (3) lacerazione del tendine sottospinato e (4) sia lacerazioni del tendine sovraspinato che sottospinato. L’attuale dolore alla spalla e la forza muscolare della spalla (dominante / non dominante) in abduzione, rotazione esterna e rotazione interna sono stati confrontati utilizzando i test chi-quadro e t . Tutti i giocatori potevano giocare a baseball con o senza dolore alla spalla in questo studio.

Risultati:

Degli 87 giocatori, 41 (47%) avevano lesioni della cuffia dei rotatori a spessore parziale del lato articolare diagnosticate all’ecografiai restanti 46 atleti erano senza lesione. Dei 41 pazienti affetti, 19 avevano lesioni nel sovraspinato, 13 nell’infraspinato e 9 in entrambi i tendini del sovraspinato e dell’infraspinato. La profondità della lesione (media ± DS) era di 4,6 ± 2,3 mm nel sovraspinato e 6,2 ± 3,6 mm nell’infraspinato. Né il tasso di dolore alla spalla né la forza muscolare differivano significativamente tra i 4 gruppiP = .96 e P = .15-.70, rispettivamente).

Conclusione:

Lo strappo della cuffia dei rotatori a spessore parziale sul lato articolare non ha causato dolore alla spalla e debolezza muscolare nei giocatori di baseball universitari. La maggior parte delle cosiddette rotture della cuffia dei rotatori a spessore parziale sul lato articolare potrebbero non essere lesioni patologiche del tendine.

 

Il Dott. Fabrizio Valleriani riceve su appuntamento. Per fissare una prima visita gratuita chiama il numero 3283538810

 

 

 

Written by global